Il bilancio 2012 della città di Torino

(di chiara appendino) 29.06.12 06:55
528126_10150933657103049_876235851_n.jpg

Ieri, in un consiglio fiume iniziato alle 13 e finito alle 3 di notte, abbiamo discusso del bilancio previsionale 2012.

L'assessore Passoni ha raccontato le linee di indirizzo, i presupposti e il contesto in cui è stata studiata questa manovra.

Nel mio intervento in aula ho cercato di riassumere, nel poco tempo a disposizione, le mie impressioni e considerazioni su questo primo bilancio che mi sono trovata a dover affrontare.

Riporto di seguito una rapida trascrizione del mio internvento. Chiedo scusa in anticipo per la sintassi non proprio perfetta, ma credo che il senso complessivo lo si riesca a cogliere ;)

Chiara

---

"A differenza di quanto scrive il direttore generale nell'introduzione alla relazione previsionale programmatica in cui definisce il 2012 come "l'anno che sarà ricordato dalla storia come l'anno di avvitamento della spirale economico finanziaria in cui si è inviluppata l'economia dell'europa e dell'Italia", io e i cittadini Torinesi credo che lo ricorderemo come l'anno dell'introduzione dell'imu, l'anno alla ricerca di un tentativo disperato di arrivare al 31/12 e di rientrare nel patto di stabilità, l'anno della privatizzazione dei servizi educativi, dei precari lasciati a casa, della vendita/svendita delle partecipate.

E non lo dico io ma lo dicono proprio i 3 presupposti di questa manovra, evidenziati nella relazione di accompagnamento e ricordati anche ieri sera dall'assessore Passoni che ha illustrato il bilancio di previsione e che ricordo brevemente:

1) La riduzione della spesa corrente - cioè tagli.
2) La dismissione delle quote delle società partecipate - cioè la progressiva alienazione del patrimonio della città;
3) Il massimo sfruttamento delle voci di entrata (a cominciare dai tributi locali) - cioè l'aumento della pressione fiscale sui cittadini.

Permettetemi ora di entrare brevemente nel merito di ciascuno dei tre elementi citati, iniziando dalla spesa corrente.

1. SPESA CORRENTE

Su un bilancio da 1.329 mln rispetto ai 1.322 mln di consuntivo 2011, epurando l'effetto dell'accantonamento di 20 mln a fondo e delle voci di spesa sui cui non si può intervenire, abbiamo di fatto una riduzione della spesa che è quasi esclusivamente riconducibile a tagli sul personale che incidono per 21 mln di €.

Ricordo poi che anche quest'anno, come in passato, sulla spesa incidono ben 10 mln di euro a causa dei derivati.

Certo, sono derivati sul nozionale, il cui costo, come ama ricordare l'assessore Passoni, si aggira intorno all'1% a fronte di un nozionale di circa 900 mln, che però rappresentano una cifra che si aggira intorno al totale dei bilanci di tutte e 10 le nostre circoscrizioni.

Le previsioni inserite nella relazione prevedono che peri prossimi anni (fino al 2014) i 10 mln all'anno di costo verranno confermati. Sarebbe quindi opportuno smetterla di affermare che i derivati non hanno impatto sul bilancio.

Segnalo anche che sulla spesa corrente incidono quest'anno 250 mln di uscite per interessi e rimborsi di quote di capitale, circa il 19% del totale della spesa corrente, una cifra che ci permetterebbe di coprire più del 50% delle spese del personale, che si attestano sui 400 mln circa (con cui copriamo le spese dei circa 11 mila dipendenti della macchina comunale).

Il tutto per far fronte a un debito che al 31/12 si aggirava intorno ai 4,5 mld.

Apprendiamo che il debito si ridurrà di ulteriori 80 mln dopo i primi 32 mln del 2011, il che, è certamente un buon segno visti i disastri fatti negli anni passati (soprattutto nel pre-olimpiadi), ma , a fronte del debito complessivo che detiene la città, è veramente poco.

Non mi risulta, tra l'altro, dall'analisi dei documenti di bilancio pluriennali che il debito vada quest'anno al di sotto dei 3 mld come mi pare invece di aver sentito annunciare dal sindaco recentemente ad un'intervista a quartarete.

Ricordo inoltre che i 3,3 mld di debito sono solo la parte finanziaria (mutui e obbligazioni) a cui vanno aggiunte tutte la altre forme di debito, ad esempio i debiti di funzionamento e più in generale i residui passivi, per arrivare a cifre che si attestano tra i 4 e i 5 mld.

Esprimo inoltre forte preoccupazione per quanto concerne la copertura di spesa corrente: non solo per l'incertezza legata all'imu, segnalata peraltro anche dai revisori, ma anche per altre voci di entrata straordinaria (45,5 mln), che sebbene in misura ridotta rispetto agli anni precedenti, sono a copertura di spesa corrente.

Esprimo particolare preoccupazione per circa il 50% di queste entrate, più precisamente i 25,5 mln da alienazione di beni patrimoniali derivanti da aste di cui oggi non abbiamo realizzato nulla.

Tra l'altro, anche se l'assessore dice che verranno utilizzate a copertura dei 36 mln di trasferimenti in meno a causa della fuoriuscita dal patto, confermando effettivamente la capacità dal prossimo anno di coprire la spesa corrente con entrate correnti, per questo anno che stiamo analizzando, sono pur sempre risorse necessarie a coprire spesa corrente che, se non si realizzeranno, creeranno certamente problematiche di non poca rilevanza.

Allo stesso modo, per quanto concerne la spesa, esprimo forte preoccupazione in merito all'effettiva capacità di finanziare i circa 200 mln di spese in conto capitale, di cui il 50% quasi (97 mln) derivano da alienazioni di beni. Certo, queste risorse non verranno spese se le entrate non si realizzeranno, ma ritengo che alcuni di questi interventi in conto capitale non siano prorogabili (ci sono interventi di manutenzione, contributi alla cultura), quindi la mancanza della realizzazione delle entrate da titolo IV potrebbe avere effetti decisamente preoccupanti.

Vediamo poi un fondo di accantonamento di 20 mln per la svalutazione dei crediti. Un grande sforzo vista la situazione che sta vivendo il comune, ma a fronte dei residui attivi iscritti a bilancio al 31/12/2011 di circa 1,5 mld potrebbero essere briciole. Ovviamente tutto dipende dalla "qualità" di questi residui, che io non conosco, e cioè di quanti di essi siano oggi realmente incassabili.. A fronte di questo numero tanto alto però la domanda sorge spontanea, come si è potuti arrivare ad accumulare tanti residui in passato?


2. DISMISSIONI DELLE QUOTE

Non condividiamo per nulla questa scelta dalla quale la città dovrebbe introitare circa 270 mln.

Una scelta a mio avviso valutata in un'ottica di breve termine che non può essere la reale soluzione ad una situazione economica finanziaria tanto difficile. E ci tengo a precisare che non è sola una questione di imposizione da parte del governo nazionale, come in parte si vuol far apparire, ma è una vera e propria scelta politica voluta. Ne sono l'esempio le dichiarazioni del Sindaco Fassino in sede di discussione di GTT e lo è la scelta di cedere il 28% di SAGAT.

Decisamente peculiare, tra l'altro, che non sia precisato nel bilancio (almeno io non l'ho trovato) a quanto ammonti la parte di TRM che vendiamo. Mi ha fatto sorridere che nella relazione si legga "quota cospicua " di TRM senza specificare la percentuale.

Infine rilevo la mancanza di coerenza con quanto dichiarato dallo stesso sindaco Fassino durante la campagna elettorale di cui riposto testuali parole: "In questa campagna alle primarie c'è qualcuno che ha fatto credere che io sarei per privatizzare le società partecipate. Non è vero! Non ho mai sostenuto la privatizzazione delle società partecipate, ho anzi sostenuto che queste società sono uno strumento, il braccio operativo del comune di cui il comune non può fare a meno".

Ma questo evidentemente ha poca importanza.


3. MASSIMO SFRUTTAMENTO DELLE VOCI DI ENTRATA (a cominciare dai tributi locali)

Come ho già avuto modo di dire in altre sedi, nessuno mette in dubbio che le risorse per erogare i servizi debbano essere prelevate dai cittadini e riconosciamo perfettamente il ruolo di esattore che in certi casi esercita il comune per conto dello Stato (imu), ma è altrettanto evidente che questa proposta di tassazione è oggi irricevibile per un cittadino che si trova sacrificato a pagare imu e tarsu da un lato e dall'altro vede l'amministrazione che trova le risorse per pagare 180.000 euro all'anno un portavoce nominato.

Ricordo inoltre che 6,5 mln di imposta di soggiorno non sono stati destinati alla cultura e al turismo come da mozione di cui è primo firmatario il presidente della commissione bilancio in seguito ad un lavoro condiviso da maggioranza e opposizione. La mozione in impegnativa definiva in modo netto che le risorse dovevano essere destinate, riporto il primo punto dell'impegnativa, "destinare, nella predisposizione della proposta di bilancio di previsione, le risorse entranti dall'imposta di soggiorno alle voci di bilancio concernenti il turismo e la cultura, reinvestendo così le risorse sul settore che le ha generate, con particolare attenzione all'accoglienza e alla promozione della città", questo non è avvenuto. Alla faccia del rispetto per il ruolo di indirizzo del consiglio...

Mi preoccupa inoltre, il ricorso all'anticipazione di tesoreria per 300 mln a fronte di una chiusura al 31/12 che, se non erro, prevedeva già debiti per anticipazioni di cassa per 142 mln, elemento che evidenzia lo stato tensione finanziaria in cui versa la città, rilevato peraltro anche dai revisori dei conti.

Questi 3 presupposti dovrebbero essere le linee guida per riuscire ad arrivare alla fine dell'anno e rientrare nel patto di stabilità che oggi è diventato prioritario, a differenza del 2011, quando sembrava proprio non esserlo, anzi, il sindaco si vantò allora di avere fatto un atto coraggioso e ne andava fiero.

Peccato che per rientrare nel patto ci vorranno ben 370 mln da entrate da titolo quarto, almeno così leggiamo dalla relazione, di cui circa 90 da alienazioni di immobili e 280 dalle partecipate. Tutto tra l'altro, mi sembra anche giusto dirlo per chiarirci, da incassare entro il 31/12/2012. Vero, ci sono 310 mln in uscita in conto capitale che potrebbero non essere effettuate, ma quante di queste spese in conto capitale sono davvero prorogabili?

Trattandosi del mio primo anno di bilancio in qualità di consigliere, concludo esprimendo forte rammarico per il metodo di lavoro adottato dalla maggioranza e dalla giunta.

Ed è proprio questo il motivo principale che ci ha spinto a fare ostruzionismo.

Ritengo che l'illustrazione sia stata troppo spesso superficiale e lacunosa, moltissime richieste di chiarimenti, infatti, non hanno ricevuto risposta oppure l'hanno ricevuta a emendamenti chiusi.
Ne sono alcuni esempi i bilanci di divisione mai pervenuti e i dettagli sulle politiche giovanili che in parte stiamo ancora aspettando.
E' vergognoso che abbiate chiuso gli emendamenti alle 9 di mercoledì senza aver completato la discussione con l'assessore al bilancio.

Tutto ciò ha di fatto reso impossibile ai consiglieri di entrare nel merito, rendendo questo bilancio di fatto blindato.

Pertanto non lo ritengo un atto di consiglio, bensì un qualcosa che siamo chiamati a ratificare.

Sfido inoltre i consiglieri che voteranno questo bilancio a sapere esattamente cosa c'è dentro.

E concludo davvero auspicando per il futuro, ammesso che questa giunta un futuro ce l'abbia, maggiore serietà, condivisone, impegno, tempestività, trasparenza e coerenza.

Per quanto riguarda le scelte operate, invece, credo di essere già stata abbastanza chiara ed esaustiva nel commentare i 3 punti della relazione dell'assessore.

E' evidente sindaco, che le sue promesse elettorali sono state totalmente disattese. Si assuma le sue responsabilità e agisca di conseguenza."

Categorie

Acqua (9)
Ambiente (77)
comunicatistampa (3)
Connettività (5)
Energia (16)
Servizi ai cittadini (141)
Sviluppo (60)
Trasporti (59)

Per mese

Febbraio 2017 (6)
Novembre 2016 (1)
Ottobre 2016 (1)
Giugno 2016 (2)
Maggio 2016 (4)
Aprile 2016 (4)
Marzo 2016 (6)
Febbraio 2016 (3)
Gennaio 2016 (2)
Dicembre 2015 (5)
Novembre 2015 (2)
Ottobre 2015 (4)
Settembre 2015 (10)
Agosto 2015 (1)
Luglio 2015 (10)
Giugno 2015 (11)
Maggio 2015 (7)
Aprile 2015 (4)
Marzo 2015 (4)
Febbraio 2015 (4)
Gennaio 2015 (5)
Dicembre 2014 (4)
Novembre 2014 (3)
Ottobre 2014 (11)
Settembre 2014 (4)
Luglio 2014 (1)
Giugno 2014 (3)
Maggio 2014 (4)
Aprile 2014 (5)
Marzo 2014 (5)
Febbraio 2014 (14)
Gennaio 2014 (11)
Dicembre 2013 (10)
Novembre 2013 (7)
Ottobre 2013 (15)
Settembre 2013 (12)
Agosto 2013 (5)
Luglio 2013 (6)
Giugno 2013 (10)
Maggio 2013 (12)
Aprile 2013 (11)
Marzo 2013 (12)
Febbraio 2013 (11)
Gennaio 2013 (10)
Dicembre 2012 (11)
Novembre 2012 (15)
Ottobre 2012 (12)
Settembre 2012 (11)
Agosto 2012 (5)
Luglio 2012 (11)
Giugno 2012 (14)
Maggio 2012 (11)
Aprile 2012 (9)
Marzo 2012 (24)
Febbraio 2012 (28)
Gennaio 2012 (10)
Dicembre 2011 (16)
Novembre 2011 (22)
Ottobre 2011 (18)
Settembre 2011 (27)
Agosto 2011 (8)
Luglio 2011 (24)
Giugno 2011 (24)
Maggio 2011 (24)
Aprile 2011 (18)
Marzo 2011 (21)
Febbraio 2011 (13)
Gennaio 2011 (12)
Dicembre 2010 (6)
Novembre 2010 (2)
Ottobre 2010 (2)
Settembre 2010 (10)
Agosto 2010 (2)
Luglio 2010 (3)
Giugno 2010 (5)
Aprile 2010 (1)
Marzo 2010 (3)
Febbraio 2010 (2)
Gennaio 2010 (1)
Settembre 2009 (1)
Giugno 2009 (3)
Maggio 2009 (10)
Aprile 2009 (3)
Marzo 2009 (2)
Febbraio 2009 (1)