STOP DOPPI INCARICHI ELETTIVI, PRONTO UN ODG IN CONSIGLIO COMUNALE. CENTRODESTRA TORINESE SENZA RITEGNO

Il cumulo dei mandati mina alle fondamenta la credibilità delle assemblee elettive. Impensabile credere che una persona, nell’arco delle 24 ore, riesca a svolgere bene due o più incarichi in diversi enti. 

Ad esempio, nel Consiglio Comunale di Torino, siedono  i consiglieri Ricca (Lega) e Rosso (FdI) che ricoprono anche la carica di Consigliere Regionale e quella di Assessore Regionale. Occorre attivarsi presso il Governo affinché si limiti questa concentrazione di potere politico, attualmente purtroppo consentita dal Testo Unico Enti Locali.

E’ quanto prevede un Ordine del Giorno, a mia prima firma, che impegna la Giunta e la Sindaca ad “attivarsi presso il Governo per richiedere, nelle more della revisione del Testo Unico Enti Locali” il divieto di cumulo di cariche elettive. 

Il codice etico del M5S vieta le doppie cariche elettive contemporanee e, recentemente, perfino il PD le ha vietate nel proprio statuto. Il centro destra invece abusa senza ritegno delle possibilità offerte dal Testo Unico.

Un limite ai doppi mandati nelle assemblee elettive locali non risolverà, da solo, i problemi della politica, ma rappresenta un passo semplice per muoversi nella direzione della serietà del servizio pubblico.

Cinzia Carlevaris
Consigliera Comunale
MoVimento 5 Stelle Torino

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *