Cycling Strategy

La rivoluzione della mobilità ciclabile in Europa

La bicicletta è da tempo un mezzo di trasporto sostenibile, vantaggioso sia per la salute umana che per l'ambiente. Finalmente, il Parlamento Europeo ha dato riconoscimento formale a questa modalità di trasporto, aprendo la strada a una nuova era di mobilità ciclabile in Europa.

Un percorso verso la ciclabilità

La strada verso una strategia europea per la mobilità ciclabile è stata lunga e ha attraversato diverse tappe significative. Nel 2021, la Commissione Europea ha presentato il "Pacchetto Pronti per il 55%", un piano per raggiungere gli obiettivi del Green Deal europeo. Questo ha gettato le basi per una futura mobilità più sostenibile, inclusa la promozione della ciclabilità.

Successivamente, nel maggio 2022, la Commissione ha pubblicato la comunicazione sul risparmio energetico nell'UE, ponendo ulteriormente l'attenzione sulla necessità di modalità di trasporto più efficienti dal punto di vista energetico, tra cui la bicicletta.

La risoluzione del Parlamento europeo del 16 febbraio 2023 rappresenta un passo cruciale in questa direzione. Il Parlamento ha riconosciuto la bicicletta come un mezzo di trasporto a pieno titolo e ha chiesto alla Commissione Europea di elaborare una strategia europea dedicata alla mobilità ciclabile. L'obiettivo ambizioso è raddoppiare il numero di chilometri percorsi in bicicletta in Europa entro il 2030.

Benefici dell'uso della bicicletta

La mobilità ciclabile offre numerosi benefici sia per le persone che per l'ambiente. Oltre a migliorare la salute dei ciclisti, contribuisce alla riduzione del traffico stradale, dell'inquinamento atmosferico e acustico, e alla qualità dell'aria nelle città. Inoltre, promuove la crescita economica e ha impatti positivi su scala ambientale e sociale.

Un punto fondamentale è che la bicicletta è un mezzo di trasporto relativamente poco costoso e accessibile alla maggior parte dei cittadini, promuovendo un'economia sostenibile. Inoltre, la ciclabilità rappresenta una valida alternativa per gli spostamenti su brevi distanze, riducendo la congestione stradale.

Impatto sull'industria e sull'economia

La risoluzione riconosce il potenziale economico della ciclabilità. L'ecosistema della bicicletta in Europa conta già più di 1.000 piccole e medie imprese (PMI) e 1 milione di posti di lavoro. Con l'ulteriore crescita prevista, il settore potrebbe offrire fino a 2 milioni di posti di lavoro entro il 2030. Le biciclette elettriche, in particolare, rappresentano un'opportunità per la creazione di posti di lavoro verdi e il riutilizzo di lavoratori provenienti da altri settori.

Promozione della sicurezza stradale

La sicurezza stradale è un aspetto chiave. La risoluzione incoraggia la Commissione e gli Stati membri a condurre campagne educative e di formazione per sensibilizzare in merito alla sicurezza stradale, promuovendo l'uso sicuro della bicicletta e della bicicletta elettrica. È fondamentale migliorare le tecnologie dei sistemi di trasporto intelligenti per garantire la sicurezza dei ciclisti.

Il futuro della mobilità ciclabile

Con questa risoluzione, l'Europa ha tracciato una strada chiara per il futuro della mobilità ciclabile. L'obiettivo di raddoppiare i chilometri percorsi in bicicletta entro il 2030 è ambizioso ma fattibile, con il potenziale di trasformare le città europee in ambienti più sostenibili, inclusivi e sicuri. 

Per realizzare questo obiettivo, sono necessari investimenti significativi nelle infrastrutture ciclabili separate e l'integrazione della mobilità ciclabile nei piani di mobilità urbana. Gli Stati membri devono anche sostenere la produzione di biciclette "Made in Europe" e ridurre le aliquote IVA per le biciclette elettriche. 

La designazione del 2024 come ​Anno europeo della bicicletta​ rappresenta un ulteriore passo avanti nella promozione della ciclabilità in Europa. Con un maggiore sostegno da parte della Commissione e degli Stati membri, la mobilità ciclabile potrebbe diventare un pilastro fondamentale delle future politiche di trasporto e contribuire in modo significativo alla lotta contro il cambiamento climatico. 

In conclusione, la risoluzione del Parlamento europeo rappresenta un passo importante verso una Europa più ciclabile e sostenibile. La bicicletta è pronta a diventare un mezzo di trasporto di riferimento per il futuro.

LEGGI LA RISOLUZIONE: https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/TA-9-2023-0058_EN.pdf





Cycling Strategy
Federico Toso 6 novembre 2023
Condividi articolo
Etichette
Archivio

3 - 9 novembre
A Futura Memoria