La Costituzione non si tocca

Il Movimento Torino in piazza contro tutti gli estremismi

Oggi siamo scesi in piazza a Torino, insieme alle altre forze di opposizione, contro i violenti attacchi del Governo Meloni alla nostra Costituzione e all’unità nazionale.

In piazza Palazzo di Città, in concomitanza con il presidio nazionale indetto a Roma, abbiamo ribadito la nostra netta contrarietà alle riforme del “premierato” e dell’autonomia differenziata e abbiamo protestato contro il clima di intimidazione, sopraffazione e prepotenza che stanno vivendo le istituzioni, culminato pochi giorni fa nell’aggressione squadrista al nostro parlamentare Leonardo Donno.

Il “premierato” è una chiara espressione della deriva autoritaria che Giorgia Meloni sogna per l’Italia. La riforma, portata avanti a testa bassa dai partiti di maggioranza, concentra nelle mani del Presidente del Consiglio ampi poteri, svuota di prerogative la principale figura di garanzia della nostra Costituzione, il Presidente della Repubblica, e svilisce il ruolo del Parlamento. Nei fatti, il Centrodestra sta tentando di forzare e incrinare il meccanismo di pesi e contrappesi che regola la vita democratica del nostro Paese.

A ciò si affianca il tema dell’autonomia differenziata, contro la quale il MoVimento 5 Stelle ha sempre dato battaglia. La riforma inasprirà le già gravi differenze economiche e sociali che frammentano l’Italia e negherà una sanità degna di questo nome - così come altri servizi - a milioni di cittadini.

Non possiamo rimanere impassibili di fronte a chi coltiva tendenze autoritarie e tenta di mandare in frantumi l’Italia.



La Costituzione non si tocca
Movimento Torino - Comunicazione 18 giugno 2024
Condividi articolo
Archivio
Rappresentante di Lista
Vademecum del Rappresentante di Lista a 5 Stelle per le elezioni 2024