Arrivano i nostri… nuovi civic

Il Corpo di Polizia Municipale della Città di Torino conta attualmente circa 1.650 unità, con un’età media di 49 anni.
Attualmente, alla Polizia Locale sono attribuiti sempre maggiori e significativi compiti in ambito di sicurezza urbana, stradale e di tutela del cittadino, ha compiti universali e riveste le stesse qualifiche degli altri organi di polizia. Considerate le molteplici funzioni ed azioni che caratterizzano la quotidiana attività degli appartenenti al Corpo, si è reso necessario ed urgente procedere al rafforzamento dell’organico ed all’ampliamento dell’operatività.

Nell’estate 2018 è stata pertanto indetta una selezione pubblica per la copertura, tramite contratto di formazione e lavoro della durata di 12 mesi, di n. 50 posti nel profilo specifico di Agente di Polizia Municipale. Tale tipologia contrattuale consente l’assunzione di giovani che non abbiano compiuto i 32 anni alla data di stipulazione del contratto di lavoro. Al termine dei 12 mesi i contratti potranno essere convertiti da formazione e lavoro a tempo indeterminato.

Sono state presentate circa 6.000 domande di partecipazione, solo in 2.500 circa si sono presentati alla prova pre selettiva ed in 1.000 circa sono approdati a sostenere la prova scritta. I colloqui, circa 600, si sono tenuti nei mesi di gennaio e febbraio davanti alla Commissione presieduta dal Comandante del Corpo, Emiliano Bezzon, ed in data 27.02.2019 è stata pubblicata la graduatoria definitiva.
I primi 50 sono stati assunti a fine marzo e, al termine di un corso di formazione di tre mesi iniziato nei primi giorni di aprile, saranno pienamente operativi ed impiegati presso i Comandi Territoriali. La graduatoria resterà in vigore per tre anni, al termine dei quali, compatibilmente con le risorse di bilancio e sulla base del piano delle assunzioni, tutti i soggetti potrebbero essere definitivamente assunti dall’Amministrazione.

È iniziato il percorso con il quale l’Amministrazione, un passo per volta, vuole concretizzare un rafforzamento ed un abbassamento dell’età del Corpo, oggi quantomai necessario.